Homo homini lupus

DiGiancarlo Di Marco

Homo homini lupus

E così anche per il movimento #metoo si è giunti alla deludente scoperta che in realtà, in fondo in fondo, non hai distinzione di genere nell'esercizio dell'abuso di potere.

Salvo alcune (ormai rarissime) eccezioni, l'essere umano, senza importare se maschio o femmina, messo in condizione di prevaricare il prossimo lo fa. Punto.


Immagine del post: [Homo homini lupus est (Man is wolf to man)] dell'artista Lex Drewinski.

Info sull'autore

Giancarlo Di Marco administrator

Docente universitario di disegno e fabbricazione digitale, sia in corsi di laurea che in specializzazioni e master. Iscritto dal 2017 al sistema nazionale di ricerca scientifica e tecnologica messicano (Conacyt), svolge attività di ricerca sull'innovazione nell'educazione.