Archivio degli autori Giancarlo Di Marco

DiGiancarlo Di Marco

Docente dell’Universidad Panamericana

A gennaio 2018 inizia una nuova avventura come docente di Disegno nell'area di Ingegneria dell'Universidad Panamericana di Città del Messico.

L'Universidad Panamericana è composta da tre campus che accolgono circa 12.000 studenti in 33 corsi di laurea.
Il mio corso si chiamerà "Creazione di Modelli Digitali" e appartiene all'area di Ingegneria, specificamente al corso di laurea in Ingegneria in Innovazione e Disegno. Il corso di laurea è simile a quello in Design Industriale, ma con un approccio più ingegneristico, come piace a me.

Sarà un'occasione per applicare il mio metodo Simplified Complexity all'apprendimento accademico di Rhinoceros.

DiGiancarlo Di Marco

World Design Summit 2017, Montreal

Primo giorno: ho conosciuto l'Arch. Alejandro Aravena, Pritzker Prize 2016! Cominciamo bene!
Vantaggio di essere trilingue (ita-eng-esp) quello di poter conversare amabilmente con gente di quasi tutto il mondo.
La presentazione di Alejandro è stata la più realista e concreta che abbia ascoltato nel panorama degli speech sull'architettura. Ricordo che quando gli assegnarono il premio Pritzker furono in molti a domandarsi "veramente?" o semplicemente "perché?".
Sinceramente il premio ci stava tutto.

Secondo giorno: ho conosciuto la graphic designer Ginette Caron. Mi sono avvicinato e le ho detto semplicemente "sono un tuo fan", in italiano perché lei vive e lavora in Italia. Curioso come la gente incontra il suo posto dove altri non sono riusciti a farlo... Vabbè, comunque un altro personaggio di quelli che ti ispirano.

Terzo giorno, sala 510c. La mattina sono andato a seguire un paio di presentazioni in questa sala, lontano dalla festa dei keynote speakers.
C'erano pochissime persone e ho pensato "ok, la mia sarà una presentazione tranquilla o al limite inutile"...
Alle 13:45 ritorno nella sala 510c per la mia presentazione e sorpresa! pieno! beh, quasi, c'erano alcuni posti vuoti nelle prime file (i soliti timidoni).
Ovviamente non ho potuto fare foto, però ho avuto l'opportunità di incontrare una persona con cui sono in contatto da diversi anni, Maria Mingallon: è stata lei a fare questa foto. Grazie Maria!!!

E' stata un'esperienza emozionante, di quelle che ti cambiano, che cambiano la tua prospettiva e ti aprono la mente.
Ho assistito a diverse presentazioni tutte super-interessanti. Ho conosciuto molta gente esperta e disponibile.

Ah, la mia presentazione: Affective Virtual Reality - VR as data visualization.

DiGiancarlo Di Marco

Evento Simplified Complexity in Messico

Presentazione ufficiale dell'edizione spagnola del libro "Simplified Complexity - Método para el modelado NURBS avanzado con Rhinoceros".

Con la partecipazione eccezionale di:
- Andres Gonzalez, McNeel, direttore mondiale rete Rhino Fab Studio
- Ricardo Ortiz, V-Ray Chaos Group, responsabile America Latina

Modera:
- Ivan Abreu, dir. corso di laurea in Interazione e Digital Media

Quando:
Venerdì 13 Octubre, ore 18

Dove:
Centro de Diseño, Cine y Televisión
Av. Constituyentes, 455, Ciudad de México

Ingresso gratuito.

Info e prevendita del libro su: http://sc.giancarlodimarco.com.mx/

DiGiancarlo Di Marco

Corruzione

E ancora a dire la mia, oggi sulla corruzione.
In Messico, dove vivo, tutti si lamentano della corruzione, anche gli italiani che vivono qua.
E le osservazioni che vengono sollevate riguardano per lo più due casistiche: 1) il potente di turno che in virtù della sua posizione può arraffare tutto ciò che vuole arricchendo sé e la sua famiglia (spesso estesa) e 2) il poliziotto di turno che si lascia corrompere per (l'equivalente di...) pochi euro e che ti lascia guidare ubriaco o non ti multa per divieti vari.
Tutto giusto, la corruzione c'è e si vede!
E tuttavia...
 
Mi preoccupa infinitamente di più la corruzione italiana, che non si vede.
Quella che ti fa pagare il 22% di IVA che presto sarà il 23%.
Quella che ti impone la minimum tax per cui anche se non fatturi paghi lo stesso le tasse.
Quella che ti toglie (mediamente) metà dei tuoi guadagni con le tasse.
Quella che oltre a dimezzarti lo stipendio con le tasse ti lascia di fatto anche senza i servizi più elementari.
Quella che non le interessa migliorare i servizi perché è in combutta con i servizi privati.
Quella mascherata da istituzioni e regole e leggi statali-regionali-provinciali-comunali.
Quella che crea, consolida e blinda corporazioni varie.
Quella che istituzionalizza l'influenza degli interessi privati nella legislazione del paese.
Quella che pensa solo a se stessa e non ti lascia fare la tua vita.
 
Messico.
Allestisci un carretto per vendere spremute d'arancia per strada.
Investimento: costo di allestimento del carretto.
Costi di esercizio: acquisto di arance.
Utili: ricavo delle vendite delle spremute meno costo di acquisto delle arance.
Corruzione: più o meno mensilmente passa "qualcuno" a ritirare la tangentina d'obbligo.
 
Italia.
Allestisci un carretto per vendere spremute d'arancia per strada.
Investimento: costo di allestimento del carretto.
Costi di esercizio: acquisto di arance.
Utili: ricavo delle vendite delle spremute meno costo di acquisto delle arance.
Corruzione:
  1. Corso di manipolazione di alimenti... Esatto, come se stessi aprendo un ristorante! Tagliare a metà un'arancia e spremerla è, per la legge italiana, lo stesso che sfilettare un pesce-palla e servirlo crudo! Importo: 700EUR.
  2. Licenza commerciale... Esatto, come se stessi aprendo un locale! Importo: (più o meno) 10.000EUR.
  3. Occupazione di suolo pubblico...
  4. Verifiche ASL...
  5. Denunce del bar dietro l'angolo (gli togli mercato)...
  6. Altre verifiche ASL "mandate" dal proprietario del bar dietro l'angolo...
  7. Colui che ha il potere di mettere il bastone fra le ruote della tua attività, che arriva e poiché fa caldo ed ha sete gentilmente "ti chiede" una spremuta che tu gentilmente "gli doni"...
  8. Varie ed eventuali...

E' giusto come funziona in Messico? No. Ed è evidentemente e palesemente un sistema corrotto.
Ma ti lascia vivere!

Fino a che punto è doveroso anteporre la giustizia alla possibilità per la gente di sopravvivere?

DiGiancarlo Di Marco

Simplified Complexity – Primi feedback

Arrivano i primi feedback dai lettori del mio libro Simplified Complexity - Medoto per la modellazione NURBS avanzata con Rhinoceros.

Sono soddisfatto del prodotto, ancora devo finirlo di studiare ma mi sembra ben strutturato e di facile comprensione. Ho già delle buone basi del programma ma trovo interessante le varie sfumature per arrivare al progetto attraverso diversi processi.

Libro molto valido, spiegato benissimo.

Ottimo libro per chi usa la modellazione come strumento di progettazione!

Il prodotto ricevuto è conforme a quanto scritto nella descrizione. Raccomando questo prodotto per la sua qualità in quanto esprime in maniera chiara ed efficace i punti chiave del procedimento di modellazione.

Già al primo contatto il feeling è stato molto positivo: bella grafica e bel materiale. Il primo capitolo è andato giù liscio in un batter d'occhio. Leggendo l'indice e sfogliando velocemente, le aspettative sono molto alte.

DiGiancarlo Di Marco

Ciao terremoto

Tanta gente, vittima di stereotipi e cliché mediatici e anche di un po' di ignoranza, mi ha domandato e mi domanda come si vive in Messico.

Prima di tutto una notizia che ho scoperto essere, per l'italiano medio, un vero e proprio scoop: il Messico fa parte del Nord America! Tadaaaaaa! Si parla spagnolo ma si sta insieme a USA e Canada. Sapevatelo!

Detto questo, niente sombrero né siesta, qui si lavora più che in Italia e, a parte la zona desertica a nord del paese, il clima non è affatto da morire di caldo.
Giusto per dare un'idea: ci sono giorni in cui entro all'università alle 6:30am perché le lezioni iniziano alle 7 di mattina; e ci sono giorni in cui esco dall'università alle 10:30pm perché le lezioni finiscono alle 22.

Da nord a sud di Città del Messico, in mezzo alla città, c'è un'autostrada su due livelli: al piano terra 4 corsie più due laterali; al primo piano 6 corsie. Nel centro ci sono torri di svariate decine di piani... come in "ammerica".
Ma tutto questo è folklore, gossip, quasi sfottò, me ne rendo conto e mi scuso.

Però c'è qualcosa che veramente non capisco, ed è questo.
Ieri, 7 Settembre 2017 alle 23:49 la terra ha tremato qui in Messico. Io stavo finendo di tradurre un capitolo del mio libro quando ha suonato l'allarme sismico... si, l'allarme sismico... la sirena... come non sapete cos'è? Ma perché, in Italia non c'è? Dico, almeno nelle grandi città... No?!?!?
Beh, succede che in questo Paese, il Messico, che nell'immaginario collettivo è desertico-polveroso-pericoloso, l'allarme sismico suona almeno 30sec-1min prima del terremoto. Contemporaneamente arriva un allarme sul telefono. Insomma, è difficile che uno non sappia che sta per succedere qualcosa! Certo, non è molto tempo però è qualcosa, puoi uscire, ti puoi SALVARE!

C'è un'altra cosa che non capisco.
Oggi, venerdì, le lezioni all'università sono state annullate, in realtà sono state annullate in tutte le scuole. Ma non perché gli studenti potessero restare a casa "sicuri" con i genitori, bensì perché nelle scuole venissero effettuate le verifiche strutturali!

Insomma, tutto come da noi in Italia, in quello che qui in Messico chiamano il "primo mondo", uguale uguale.

DiGiancarlo Di Marco

Architettura e Formula 1

Oggi si è conclusa la prima fase di una consulenza presso un'importante cliente, un gruppo di imprese che si dedica alla costruzione, anche di grandi opere (torri, ponti, strade, ecc.).

Ma la cosa che più mi ha colpito quando ho messo piede per la prima volta negli uffici del cliente, è stata questa macchina di F1 nell'atrio!
Sono andato a vedere qualche gran premio ed ho visto da vicino una Ferrari F1 in vetrina a Roma.

Ma una macchina di F1 in un ufficio di un costruttore, questa mi mancava!

DiGiancarlo Di Marco

World Design Summit

A fine Ottobre sarò a Montreal, Canada, per il World Design Summit 2017.

E' stato infatti approvato il mio abstract "VR as Data Visualization".

DiGiancarlo Di Marco

Non si muore più per nulla

La democrazia è un atto di fiducia, o di fede.

Milioni di persone che delegano a pochi tanto gli onori come gli oneri di amministrare la propria esistenza in ogni suo aspetto, sperando che i delegati siano all'altezza.

Tutti questi giorni di incendio sul monte Morrone, nel Parco Nazionale (!!!) della Majella, sono l'ennesima prova di un sistema italia fallimentare in quasi ogni aspetto. Tanto a livello locale come a livello nazionale.

E poco importano le polemiche, responsabilità specifiche, prassi e procedure, chi deve emettere un'ordinanza, chi ha le mani legate "perché il comma 27.31/16y dice che"... Questo, appunto, è il sistema italia fallimentare, che di fronte a un qualsiasi evento, o "emergenza" secondo la definizione tanto di moda, non sa "dove mettere le mani" perché non ne è capace come sistema!

Una calamità come questa NON PUO' persistere tanto a lungo. Punto.

E non esistono momenti opportuni per sottolineare come il sistema italia sia fallimentare: lo è atemporalmente, prima-durante-dopo l'evento catastrofico.

Alcuni dicono che non serve a niente sottolinearlo nel momento dell'emergenza. Sono parzialmente d'accordo, nel senso che se non è mai servito a nulla denunciare alcunché, figuriamoci se possa servire nel momento specifico!

C'è sempre la speranza cieca che le coscienze si sveglino, anche quelle dei "capi" della democrazia, che dovrebbero far fronte alle centinaia di incendi appiccati solo questa estate con un bel decreto legge che dica (più o meno):

Ogni singolo metro quadrato di area soggetta a incendio è convertita automaticamente, senza possibilità di appello, fino alla fine dei tempi, a riserva naturale, pertanto intoccabile, inedificabile, inutilizzabile da chiunque e per qualsiasi motivo.

Anzi, dovrebbe stare nella Costituzione, insieme alla disattesa "nota" sulla guerra...

Foto in alto: Eduardo Gentile

DiGiancarlo Di Marco

Design Principles & Practices

A Marzo 2018 sarò a Barcellona per il congresso Design Principles & Practices, presso la Elisava Barcelona School of Design and Engineering.

E' stato infatti approvato il mio abstract dal titolo "Design in the Procedural Era".